Istituto M. Fabiani e Gradisca d'Isonzo

Progetto didattico di catalogazione 2010

Per la XVIII Giornata FAI di Primavera 2010 (27-28 marzo) alcuni studenti delle classi III A e B e IV A e B dell’Istituto statale d’arte Max Fabiani di Gorizia si sono trasformati, grazie al sostegno del FAI-Fondo Ambiente Italiano in ciceroni per guidare i visitatori alla scoperta della cittadina di Gradisca d’Isonzo. Assieme a loro studenti del Liceo M. Buonarroti di Monfalcone, classico e scientifico, dell’ISIS Polo liceale Dante Alighieri e dell’ITIS G. Galilei.

palazzo del Municipio di Gradisca d'Isonzo il  27 marzo 2010Gli “apprendisti ciceroni” dell’Istituto d’arte hanno organizzato un percorso all’interno delle mura della fortezza: una passeggiata per le strade del borgo soffermandosi davanti agli esempi architettonici più significativi di Gradisca che costruita nel Quattrocento dai Veneziani con scopi militari come roccaforte contro i Turchi, sotto la dominazione asburgica (durata fino al 1918) si è trasformata, in particolare durante il periodo Eggenbergico, in una cittadina elegante, residenza di famiglie aristocratiche.

Passo successivo a questa esperienza sarà il lavoro didattico di catalogazione che avverrà nelle ore di lezione, con il coordinamento della professoressa Eleonora Stinco. Le ricerche e gli studi affrontati, per prepararsi ad accompagnare i visitatori e rispondere alle domande dei più curiosi, saranno infatti utilizzati dalle tre classi, III, IV e V, dell'indirizzo di catalogazione dell'Istituto per aggiornare le schede dei palazzi di Gradisca d’Isonzo già presenti nel SIRPAC e risalenti agli anni Ottanta.

La catalogazione è materia scolastica (oltre che materia per l’Esame di Stato 2010): il progetto di schedatura dei palazzi gradiscani in collaborazione con il Centro regionale di catalogazione e restauro dei beni culturali e con il favore del Comune di Gradisca d’Isonzo permette agli studenti di affrontare la materia non solo da un punto di vista teorico o con esercitazioni in classe, ma con un’attività che trova riscontro e efficacia nel SIRPAC, l’archivio dei beni culturali della Regione Friuli Venezia Giulia consultabile sul web,  una pratica di catalogazione on line che è prassi per coloro che studiano questa materia nell'Istituto Fabiani.

Oltre alla conoscenza delle informazioni già presenti nel SIRPAC, gli studenti avranno modo di analizzare le schede cartacee conservate nell’Archivio del Centro regionale, con gli estratti di mappe catastali e le fotografie in bianco e nero di documentazione, oltre al materiale che verrà fornito loro dal Comune di Gradisca d'Isonzo e di sperimentare la compilazione on line conoscendo e rispettando la normativa ministeriale.

visita alle mura di Gradisca d'Isonzo il 27 marzo 2010

26/ 04/ 2010